Cavitazione ad ultrasuoni

Cavitazione ad ultrasuoni: che cos’è ? funziona davvero ?

La cavitazione ad ultrasuoni è una tecnica molto utilizzata nel trattamento di numerosi inestetismi, in particolare per la riduzione di grasso in qualsiasi parte del corpo (braccia, gambe, addome, cosce, collo, glutei) e per combattere la formazione dei fibronoduli responsabili di quella odiosa pelle a buccia di arancia spesso così difficile da eliminare.

Il sistema della cavitazione ad ultrasuoni sfrutta le caratteristiche tipiche delle onde magnetiche e avviene massaggiando le zone interessate con un piccolo rullo che invia ultrasuoni a bassa frequenza (40 Khz) provocando così il collasso e l’implosione degli adipociti, i quali vengono poi espulsi attraverso il sistema linfatico.

L’onda d’urto generata dagli ultrasuoni e responsabile dell’implosione delle bolle all‘interno del liquido interstiziale, agisce però solo sulle cellule adipose, ciò significa che se gli impulsi vengono diretti su muscoli o in zone del corpo non soggette a grasso, esse non vengono danneggiate.

La differenza rispetto ad altri trattamenti (liposuzione o liposcultura) è notevole poiché con la cavitazione ad ultrasuoni non è necessario sottoporsi ad un intervento chirurgico ma si lavora in superficie con onde ad ultrasuoni a bassa frequenza e le cui uniche complicazioni sono legate ad eventuali rossori che possono verificarsi al termine della seduta.

Chiarito di cosa si tratta è necessario ora porsi la domanda fatidica: la cavitazione funziona davvero?
Ovviamente nessuno è in grado di fare miracoli e, senza uno stile di vita che preveda adeguata attività fisica, alimentazione povera di sodio e ricca di verdure, non esistono creme o trattamenti in grado di poter garantire risultati soddisfacenti.

Unitamente ad un regime alimentare equilibrato e una vita priva di sedentarietà il discorso cambia e i risultati ottenibili diventano notevoli. E’ bene sapere che, per riuscire a notare i primi risultati è necessario sottoporsi almeno ad un minimo di dieci sedute anche se, già dopo il primo intervento si possono notare dei miglioramenti . La durata del trattamento generalmente dipende dalla gravità del problema e alla seduta di cavitazione si accompagna spesso un massaggio di linfodrenaggio necessaria per favorire l’eliminazione delle scorie accumulate.

 

Leave a reply

required